176 Visualizzazioni

Sprechi e sperperi della sanità in Puglia, quando vedremo i magistrati a fare pulizia delle porcherie?

European currency sick concept. stethoscope on euro banknotes

European currency sick concept. stethoscope on euro banknotes

sprechi-nella-sanitaDopo l’ennesimo scandalo verificatosi in Puglia presso la Asl di Brindisi il Governatore Emiliano,con delega alla Sanità,ha attivato una casella @mail sulla quale inviare,anche in forma anonima,segnalazioni di malaffare e/o illecito di varia natura.Per restare su codesta Asl vale la pena ricordare che la stessa fu assunta agli onori della cronaca per due camere iperbariche acquistate circa 20 anni fa mai entrate in funzione,regolarmente pagate e poi “nascoste” da carton gesso nei seminterrati dell’Ospedale Antonio Perrino di Brindisi.Ben due furono gli scoop di Striscia la Notizia che misero in serio imbarazzo Le direzioni generali e sanitaria,ma tutto è finito in una bolla di sapone a danno,ovviamente,delle tasche dei contribuenti pugliesi che pagano,non dimentichiamolo addizionali regionali e accise per sanare il deficit della sanità (!)……Sempre la stessa Asl ha vissuto momenti critici quando indagini dei CC portarono alla luce come si truccavano le gare d’appalto,seguirono numerosi arresti.Oggi ci risiamo…evidentemente saranno le coordinate geografiche ad indurre alla illegaltà a quelle latitudini…..Ma la Asl di Brindisi è in ottima compagnia,direi quasi un gemellaggio con  con altre realtà che rendono unica la nostra regione governata per un decennio da un cantastorie; mi riferisco alla Asl di Foggia dove una tanica di disinfettante veniva pagata 1.600 euro anzichè 60 euro,al Policlinico di Bari dove da circa 10 anni è parcheggiato un Tir con una Tac/Pet il cui costo di noleggio ammonta,ad oggi,ad oltre 23 milioni di euro,un centro della cd.eccellenza dove stoccano a manipolano rifiuti a rischio infettivo in modo totalmente illegale e pericoloso,senza controllo sull’effetitvo peso degli stessi affichè sia più facile lucrare sul peso;per non parlare poi della telenovela della telecardiologia sulla quale pendono pesanti carte in Procura.Questi esempi solo per citarne i più attuali mal’elenco è ben più lungo di quanto si possa immaginare.Certo è che questa aziende sanitarie producono più debiti che salute e la cosa peggiore è che personalmente non vedo vie d’uscita ma sento solo annunci,proclami roboanti;buon ultimo il progetto dell’ospedale del Nord Barese.Se consideriamo in tempi per la realizzazionde degli ospedali in Puglia : 29 anni per il San Paolo,20 anni per quello di Altamura non ci resta che piangere,oppure andare fuori regione ! Tanto per dovere di cronaca la migrazione passiva ammonta a 230 milioni di euro.

cordiali saluti
augusto cernò

L’articolo Sprechi e sperperi della sanità in Puglia, quando vedremo i magistrati a fare pulizia delle porcherie? sembra essere il primo su Metropoli Notizie.

Rispondi