193 Visualizzazioni

Evviva l’euro, al mercato 1 carciofo costa 75 cent. di euro pari a 1500 delle vecchie lire..che brutta fine!

69fQuel maledetto giorno in cui i noti affossatori della economia nazionale come Romano Prodi decisero che era giusto per l’Italia entrare a far parte dell’Europa ed adeguarci alla moneta unica che era l’euro. Un comune impiegato percepiva di stipendio circa un milione e duecento mila o poco più, ma lo stipendio assicurava a quella famiglia non certamente ricca di campare dignitosamente, di assolvere tutti i doveri fiscali, e qualche volta si riusciva anche a mettere da parte qualche lira. Improvvisamente dalla lira all’euro e da un milione e duecento mila, a 1100 o 1200 euro ed una una grande confusione ed un veloce impoverimento della economia familiare. Quando costava quindici anni fa un caffè al bar? Non più di ottanta, novanta lire, mentre oggi il paragone è circa un euro ossia due mila delle vecchie lire, cioè un aumento di venti volte. L’esempio del carciofo sarà pure banale ma è emblematico delle difficoltà di sopravvivenza delle famiglie italiane, e se vogliamo sottilizzare, a quel carciofo eliminiamo le foglie che non servono e parte del gambo, alla fine quel carciofo ci costerà oltre un euro, cioè duemila lire.Se si poitesse  sottoscrivere un referendum credo proprio che il ritorno alla nostra amata moneta sarebbe proprio auspicabile. Prodi e gli scienziati come lui, ci hanno ridotto in miseria, ma le banche e le grandi aziende nazionali, si sono arricchiti. Quanto prende oggi lo stesso impiegato che quindi anni fa percepiva quel milione e duecento mila? 1200, 1300 euro, meno l’eventuale fitto di casa, meno la tarsu e tutte le altre imposte, meno i ticket sulle medicine, meno tutto i minimo che ci serve per campare, non ci resta che qualche mensa della carità, dove spesso si notano  persone disperate. Si può tornare alla lira oppure è stata una scelta senza ritorno? L’Europa ci ha affossato in tutte le maniere dannegggiando le nostre esportazioni e privilegiando la importazioni di cibi scadenti spesso adulterati non garantiti da quelle serie norme di sicurezza che erano le nostre regole. Acquistiamo i nostri prodotti con marchio italiano, frutta e verdure di stagione, carni nostrane così almeno tuteliamo la nostra salute.

                                                                                                                                                                 Lucio Marengo

L’articolo Evviva l’euro, al mercato 1 carciofo costa 75 cent. di euro pari a 1500 delle vecchie lire..che brutta fine! sembra essere il primo su Metropoli Notizie.

Rispondi