226 Visualizzazioni

SERIE B : ASCOLI – BARI PAREGGIO NATALIZIO

ASCOLI – F.C. BARI 1908 1-1
ASCOLI (1-4-4-1-1) : Lanni, Almici, Felicioli, Bianchi (17′ st Addae), Mengoni, Augustyn, Orsolini, Carpani (25′ st Favilli), Cacia, Giorgi, Gatto (39′ st Perez). All. Aglietti.
F.C. BARI 1908 (1-4-3-3): Micai, Cassani, D’Aprelà, Romizi (v/cap, 22′ st Di Cesare), Tonucci, Capradossi, Basha, Fedele, Maniero (39′ st Valiani), Brienza (cap), Fedato (15′ st Scalera).
All. : Colantuono.
ARBITRO : Baroni di Firenze.
RETI: 36’ st Tonucci, 46’ st Perez.
NOTE: Terreno di gioco in discrete condizioni; Recuperi 1’ primo tempo, 5’ secondo tempo. Espulso, 11′ st, D’Aprelà per gioco pericoloso.

Nella ventesima giornata del campionato di serie B, il Bari affronta l’Ascoli in una vigilia speciale che accontenta entrambe le squadre solo per il punticino guadagnato. Nella prima parte di gioco, le squadre si temono e si annullano reciprocamente. Prevale una leggera supremazia territoriale dell’Ascoli che sfiora in un paio di circostanze il gol del vantaggio. Mister Colantuono decide di mandare in campo una formazione prudente e i propri ragazzi mostrano carattere ed umiltà degni di una vera gara di serie B. Nella seconda parte di gara, si intensificano le azioni da gol tanto che l’Ascoli inizia a recriminare per il momentaneo risultato in quanto Micai riesce a domare i maggiori pericoli. All’11’ l’arbitro esagera nel mandare anzitempo negli spogliatoi D’Aprelà per un fallo commesso contro l’avversario Orsolini. Non si perde d’animo mister Colantuono che rivoluziona tatticamente la squadra ed inserisce il giovane Scalera al posto dell’esterno Fedato. Al 15′ Cacia s’invola verso la porta bruciando nella corsa Capradossi e Tonucci ma il tiro finale è deviato dal bravo Micai. Al 20′, ancora uno spavento per i biancorossi con l’assist di Cacia per Almici che colpisce il palo sulla sinistra di Micai. Il Bari mantiene ordine ed al 36′ passa in vantaggio con un gran stacco di testa di Tonucci servito dal calcio d’angolo battuto da Brienza. Si disperano gli ascolani per lo 0-1 forse immeritato ma non mister Aglietti che gioca la carta vincente inserendo l’altra punta a disposizione Perez. Il Bari mantiene il vantaggio fino al 1’di recupero quando dal cross di Giorgi giunge la palla per la testa di Perez che pareggia. In conclusione è stata una gara equilibrata ma condizionata dalla decisione esagerata del direttore di gara per l’espulsione del terzino barese. L’Ascoli di contro ha cercato di vincere spingendo con più convinzione ma in fondo questo Bari cinico e camaleontico targato Colantuono ai punti avrebbe meritato la vittoria per determinazione ed umiltà dimostrata durante tutta la gara. Viva lo sport.

Rispondi