290 Visualizzazioni

SERIE B : BARI – SPAL …. PAREGGIO DI RIGORE!

F.C. BARI 1908 – SPAL 1-1

F.C. BARI 1908 (1-3-4-1-2): Micai, Scalera (43′ st Valiani), Di Cesare, Basha, Tonucci, Capradossi, De Luca, Fedele, Maniero (30′ st Castrovilli), Brienza (cap), Doumbia (6′ st Furlan). A disp.: Ichazo, Romizi, Boateng, Fedato, Moras, Turi. All. : Colantuono.
SPAL (1-3-5-2): Meret, Bonifazi, Vicari, Pontisso (24′ st Spighi), Arini, Giani (cap), Antenucci, Schiavon, Zigoni (37′ st Cerri), Del Grosso, Lazzari. A disp.: Marchegiani, Silvestri, Cremonesi, Beghetto, Branduani, Ghiglione, Mawuli. All. Semplici.
ARBITRO : La Penna di Roma.
RETI: 35′ pt (rig.) Antenucci, 18′ st (rig) Maniero
NOTE: Serata fredda. Terreno di gioco in discrete condizioni; 16.199 spettatori di cui 10.350 abbonati per un incasso complessivo di € 99.864,92. Recuperi primo tempo 1′,secondo tempo. Ammoniti 34′ pt Tonucci, 42′ pt Antenucci,14′ st Scalera, 40’st Di Cesare, 40′ st Cerri. Espulso per proteste, al 36′ st Colantuono. .

BARI – Ventunesima giornata ed ultima del 2016 del campionato di Serie B. Allo stadio San Nicola di Bari si affrontano Bari e Spal con l’intento di chiudere l’anno con il botto. Al 6′ è subito il Bari a farsi notare con De Luca lesto a recuperare palla dall’esterno fluidificante Vicari, ma il tiro dell’attaccante esterno esce di poco fuori la porta sulla sinistra di Meret. Tatticamente le squadre si posizionano specularmente ed il gioco offensivo diventa vivace solo nelle ripartenze quando si aprono gli spazi. Infatti, al 19′ è ancora il Bari a farsi notare con Brienza che riceve in profondità, allunga ma il tiro è ben deviato dalla difesa spallina. Si gioca ancora in un sostanziale equilibrio tattico con leggera prevalenza del Bari che cerca il gol del momentaneo vantaggio. Invece, al 34′ un ingenuo fallo in area di Tonucci su Schiavon è fatale per la concessione del calcio di rigore. Reclama Tonucci che rimedia solo un’ammonizione. Batte il penalty Antenucci ed il Bari è sotto di una marcatura. Il cronometro segna il 35′ e per il Bari si complicano le cose. Nei successivi minuti le manovre offensive dei biancorossi sono sterili e la Spal ne approfitta facendo scorrere le lancette fino al 45′ ed il 1′ di recupero.

Riprende il gioco e il Bari mostra subito il piglio giusto. Mister Colantuono al 6′ sostituisce Doumbia per Furlan per accentuare la strigliata fatta negli spogliatoi. Il Bari attacca mentre la Spal si limita a difendere il prestigioso risultato. Le squadre si allungano offrendo spettacolo per il pubblico ma non per i tecnici che temono improvvise situazioni negative. Ed è così al 18′ quando Vicari atterra il fantasista Brienza in area di rigore e per il Bari è pareggio grazie alla trasformazione di Maniero. Dopo il pareggio la gara viene spesso interrotta per falli spesso inutili che fanno solo perdere tempo prezioso per entrambe le squadre. Al 32′ Fedele si destreggia fino al limite dell’area concludendo bene ma con deviazione della difesa spallina. Al 36′ l’arbitro manda negli spogliatoi mister Colantuono anzitempo reo di aver protestato vivacemente. Al 40′ un fallaccio del nuovo entrato Cerri su Tonucci accende gli animi in campo e subito dopo la Spal manca una ghiotta occasione da gol con un’azione in mischia che si frantuma fuori. Ancora sostituzioni tattiche per le contendenti ma sembra avere la meglio la Spal in questo finale che attacca con più pericolo. Il Bari si affida a singoli episodi disordinati. Tre i minuti di recupero che mostrano ancora in affanno il Bari e forse ai punti meriterebbe più la Spal. Triplice fischio e pareggio che sostanzialmente accontenta le squadre in campo per la classifica che si muove anche se lentamente. Per il Bari si riprende a giocare il 21 gennaio con la speranza di nuovi innesti che tonificherebbero meglio questa squadra soprattutto in attacco dove non si nota attaccante degno di doppia cifra al momento. Viva lo sport.

Rispondi