675 Visualizzazioni

Maltempo: il Codacons denuncia eccessivo aumento dei prezzi di frutta e verdura

Il Codacons è partito all’attacco. L’associazione in difesa dei consumatori parla chiaro: qualcuno sta speculando sull’ultima ondata di maltempo che ha colpito prevalentemente il Centro Sud Italia.

Sono stati registrati nei principali mercati i prezzi all’ingrosso di una serie di articoli ortofrutticoli in due differenti date: 30 Dicembre 2016 e 13 Gennaio 2017. Ovvero, prima e dopo la neve. Sono stati messi a confronto e il risultato è a dir poco “strano”. Le variazioni in aumento sono notevolissime. L’articolo che segna il record è il prezzemolo che registra un aumento del 190,3%. E non si tratta di un caso isolato, perché sono da segnalare anche broccoli (+169%), bietola (+133%), finocchi (+131%), cicoria (+121,1%) e altri ancora.

Insomma, al Codacons sono d’accordo che il maltempo abbia devastato le coltivazioni di frutta e verdura, ma ritengono totalmente ingiustificato l’aumento dei prezzi nella misura in cui è stato osservato. Aumento, che, alla fine, penalizza le tasche dei consumatori finali. Il presidente dell’associazione, Carlo Rienzi, afferma: “È oggettivamente impossibile che neve e gelo degli ultimi giorni possano aver determinato rincari per prodotti coltivati e raccolti settimane fa. Per tale motivo abbiamo chiesto a 104 Procure di tutta Italia di verificare dove si annidano le speculazioni e chi siano i responsabili, considerato che dal campo alla tavola frutta e verdura subiscono fino a 7 passaggi di filiera, con aumenti dall’origine al dettaglio che raggiungono quota +400%”.

Rispondi