256 Visualizzazioni

“che Impresa-Istruzioni per l’uso” – 23^ puntata: “Il regista del benessere…”

Il progetto televisivo “Che Impresa – Istruzioni per l’uso” è giunto al 23° appuntamento. Il tema della prossima puntata è: Il regista del benessere per un business di successo”

Ospiti di Antonio Curci sono stati: Renata Rana (Counselor e Psicologa del lavoro), Roberto  De Pascalis (Presidente del “Cosorzio Mediterrae”), Marco Rotella  (Coach Aziendale) e Donatello Scarati (Imprenditore – Azienda Ad Relax).


“che Impresa- Istruzioni per l’uso” è in onda sui canali del Digitale Terrestre Puglia:

  • Fly TV Canale 218  (Ven.  ore 22:00 – Sab.  ore 19:00  – Dom. ore 23:00 – Lun.  ore 18:00 – Mar.  ore 21:00 – Mer.  ore 23:00 – Gio. ore 13:00)
  • Delta TV Canale 78 (Sabato  ore 00:00 – Mercoledi  ore 21:10)

 

Il regista del benessere, per un business di successo

Il disagio nei luoghi di lavoro oggi si può manifestare in diversi modi; può essere psicologico, psicosomatico, relazionale e psicosociale, lavorativo e somatico.

Solitamente chi soffre di questo tipo di disagio, riversa una parte della sua sofferenza anche in famiglia e fuori dal contesto lavorativo.

Lo stress nei luoghi di lavoro è, sempre più spesso, una delle cause di mancata efficienza e produttività aziendale, portando di conseguenza a ripercussioni importanti anche sul fatturato.

I disagi e le sindromi legate al lavoro sono di vario tipo. Sempre più spesso oggi si sente parlare di bourn out, ma anche di stress dovuto a mobbing, bossing, bullying, harassment. Molte volte il lavoratore si sente demotivato, spento, deluso e non riesce a dare un nome a quello che prova e lo definisce con un generico stress, quando invece andrebbero indagate le cause e le eventuali soluzioni del suo stato di malessere lavorativo. Per tale ragione in Italia da gennaio del 2011 è divenuto obbligatorio per le aziende effettuare la valutazione dello Stress Lavoro-Correlato.

Tale monitoraggio va ripetuto a cadenze regolari ed è finalizzato non solo alla valutazione, ma anche alla prevenzione dei rischi psicosociali. Non è solo un obbligo per la legge, ma può essere utile per migliorare il clima interno di un’azienda e l’efficienza dei dipendenti. Dal punto di vista delle imprese e delle organizzazioni di lavoro la valutazione dello Stress Lavoro-Correlato è un’occasione preziosa per portare a livelli più alti la qualità della vita lavorativa e fare così la differenza in termini di una migliore produttività del sistema.

Il disagio, però, non riguarda solo i dipendenti, talvolta investe anche i manager: è il caso della “toxic manager”. Alcuni scaricano le proprie tensioni sui sottoposti, o sono restii a fidarsi di qualcuno, salvo poi attuare un asfissiante controllo autoritario sul gruppo che certamente non aiuta a creare nell’ambiente lavorativo situazioni di benessere, in cui anche la creatività di ciascuno possa trovare libera espressione.

In tutte queste situazioni la psicologia offre figure professionali in grado di risolvere in breve tempo i problemi legati allo stress sul luogo di lavoro e, anzi, per quelle aziende che hanno introdotto all’interno del proprio contesto lavorativo il Couselor o il Coach, i risultati sono stati di gran lunga superiori alle aspettative.

Maria Raspatelli

Rispondi