390 Visualizzazioni

Sull’Orlo della Gloria. La Vita e le Opere di Pino Pascali a Polignano a Mare

Con la presentazione e la proiezione del Documentario Sull’Orlo della Gloria. La Vita e le Opere di Pino Pascali di Maurizio Sciarra, dedicato a Pino Pascali (Nella Foto), la Fondazione Pino Pascali inaugura Sabato 21 Gennaio l’attività 2017.

«Le diverse anime di Pascali: attraverso le persone entrate in contatto con lui, intervistate nei luoghi dove l’artista è vivo grazie alle sue opere, emerge il suo mondo innovativo e geniale, l’azione di un precursore di tendenze e movimenti. Con interventi di Angela Rorro (questioni storiche e interpretative); Topazia Alliata (aspetti segreti e sconosciuti); Dante Ferretti (l’anima da scenografo); Vittorio Rubiu (rifacimento di sue opere effimere); Pietro Marino (rapporto con la cultura mitica e le radici mediterranee); Claudio Palmieri (rifà una delle Ragnatele negli spazi della Fondazione); Rodolfo Corrias (restauro e manutenzione dell’opera 32 mq di mare circa); Fabio Sargentini (vita artistica nelle diverse fasi); Toni Maraini, Alberto Boatt e Michelangelo Pistoletto.»

Il film – realizzato da un’idea della critica d’arte contemporanea Anna D’Elia e con la partecipazione dell’attrice Paola Pitagora – è stato girato in Puglia (in particolare a Polignano a Mare) e a Roma, Parigi, Londra, New York, e ricostruisce la vicenda umana e artistica dell’artista, morto tragicamente nel 1968 a soli 33 anni e del quale la Fondazione, che ospita l’evento, porta il nome.

Soggetto e sceneggiatura: Anna D’Elia, Maurizio Sciarra. Fotografia: Federico Annicchiarico, Guglielmo Bianchi; Fonici: Corrado Riccomini, Luca De Marinis, Renato Minichelli, Jerome Ayasse. Montaggio: Letizia Caudullo. Musiche: Lele Marchitelli. Prodotto da Francesco Lopez, Leonardo Paulillo, Tore Sansonetti, Maurizio Sciarra per Oz Film, in associazione con Fuoricentro ed il sostegno di Apulia Film Commission.

Maurizio Sciarra racconta: «Ho amato le sue opere da quando ho avuto l’età della ragione artistica, da quando il mio approccio alla fotografia è stato mediato dalla passione per l’arte contemporanea. Le sue opere dissacranti, profonde ma insieme divertenti, punto di incontro tra rottura degli schemi dell’arte – così come era fino a quel momento – e ricerca di linguaggi nuovi, mi hanno subito attratto. I materiali da lui utilizzati, oggetti comuni trasfigurati, materiali di ogni giorno decontestualizzati, mi facevano pensare a come tutto ciò che abbiamo banalmente sotto gli occhi può trasformarsi in arte, se una forte idea e una forte volontà lo decidono.»

Il Documentario sarà presentato dalla direttrice del Museo, Rosalba Branà, nell’ambito di “ArtMovie” (ciclo di appuntamenti dedicati alla relazione tra arte contemporanea e cinema) alle ore 19:00 con interventi di Maurizio Sciarra e Anna d’Elia. Ingresso gratuito su prenotazione. Fondazione Pino Pascali, via Parco del Lauro 119. Info: Tel. 080.4249534. Sito www.museopinopascali.it

 

Adr.S.

Rispondi