371 Visualizzazioni

Si torna a sparare a Bari. Ucciso un 40enne alla guida della sua auto

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si chiamava Francesco Barbieri, il 40enne assassinato nella serata di ieri al quartiere Japigia di Bari. Stando alle voci che sono circolate fra gli inquirenti, l’agguato sarebbe stato portato a termine da persone a bordo di uno scooter, mentre la vittima era alla guida della sua automobile, in via Prezzolini, nei pressi del Palaflorio. Pare che l’uomo avesse tentato, invano, una fuga, ma i sicari, dopo un breve inseguimento per le vie del quartiere, lo hanno raggiunto e freddato.

Sull’asfalto, a qualche centinaio di metri dal luogo in cui l’auto, una Fiat Freemont, si è andata a schiantare contro un palo della segnaletica stradale, invadendo la pista ciclabile che costeggia via Prezzolini, sono stati rinvenuti cinque bossoli. Secondo una prima ricostruzione dei fatti l’uomo sarebbe stato raggiunto alla spalla e al braccio da tre proiettili, ma quello mortale lo avrebbe centrato alla testa.

A dare l’allarme, una telefonata anonima che denunciava un’auto finita fuori strada a seguito di incidente stradale. I Vigili Urbani, giunti prontamente sul posto, hanno immediatamente capito che si trattava di omicidio e hanno, così, allertato la Polizia di Stato. Le indagini sono state affidate al pm della Direzione Distrettuale Antimafia Ettore Cardinali. Sul posto è giunto anche in Sindaco di Bari, Antonio De Caro.

La vittima, che risiedeva al quartiere Libertà, lascia la moglie e quattro figli. Secondo una prima ipotesi investigativa, il delitto sarebbe da ascriversi a contrasti interni alla criminalità organizzata.

 

Rispondi