314 Visualizzazioni

SERIE B: BARI PERUGIA

F.C. BARI 1908 – PERUGIA  0-0

F.C. BARI 1908 (1-3-4-1-2): Micai, Sabelli, Morleo (22′ st D’Aprelà), Salzano, Tonucci, Capradossi, Furlan (39′ st Macek), Fedele, Floro Flores, Brienza (cap), Parigini (11′ st Maniero). A disp.: Ichazo, Romizi, Cassani, Doumbia, Martinho, Suagher. All. : Colantuono.
PERUGIA (1-4-4-1-1): Brignoli, Guberti (21′ st Acampora), Ricci, Mustacchio, Dezi, Volta (cap), Belmonte (7′ st Fazzi), Mancini (38′ pt Monaco), Di Chiara, Brighi, Forte. A disp. : Elezaj, Del Prete, Alhassan, Mirval, Terrani, Bonaiuto. All. Bucchi.
ARBITRO : Marini di Roma.
RETI:
NOTE: Pomeriggio mite. Terreno di gioco in buone condizioni; 14.847 spettatori di cui 10.350 abbonati per un incasso complessivo di € 85.993,92. Recuperi primo tempo 1′,secondo tempo 5′.

BARI – Ventitreesima giornata del campionato di Serie B con il Bari dal nuovo look per i nuovi innesti giunti dal mercato di riparazione che terminerà il 31 gennaio. Allo stadio San Nicola di Bari si affrontano Bari e Perugia entrambe alla ricerca di un piazzamento in zona play off che al momento pare più alla portata degli umbri. Il Bari scende in campo giovandosi dei nuovi innesti Floro Flores, Salzano, Morleo e Parigini nella speranza di dare una scossa al collettivo per la pesante sconfitta subita a Cittadella. Il primo minuto è dedicato alle vittime dei scorsi giorni in Abruzzo mentre il silenzio emotivo sembra allungarsi anche con lo scorrere delle lancette dell’orologio. Attento, ordinato e poco incisivo il Perugia che punta sul pareggio indolore mentre, voglioso di dimostrare positività appare il Bari, che imposta e avanza di qualche metro oltre la meta campo ai fini di finalizzare pericolosamente. Questi gli intenti che non si trasformano in realtà perchè il primo tiro degno di nota matura al 36′ con Brienza lesto ad inserirsi in area avversaria. La deviazione di Brignoli spegne l’entusiasmo della tifoseria. Floro Flores impreca per la ricezione della palla che non gli arriva mai. Segno evidente di una assenza di idee in campo per ovvi motivi di impreparazione legati ai pochi giorni di innesto dei nuovi calciatori. Nella ripresa, sempre fermi sullo 0-0, si capisce che bisogna inventare di più. Il Bari resta a tratti insignificante mentre il Perugia azzarda a contrattaccare per il colpo grosso. L’imballo provoca mister Colantuono che mescola le carte nell’attesa di un risveglio degno di cronaca. Fuori Parigini, Morleo e Furlan per Maniero, D’Aprelà e Macek, insomma, nuova linfa in una squadra poco reattiva. Niente da fare perché il Bari non riesce a far gioco e facilita solo il compito del buon Perugia. I baresi ancora lenti, prevedibili e senza inventiva lasciano l’attaccante Floro Flores sempre isolato e fuori da ogni logica d’attacco con l’epilogo di una sola azione degna di nota. Al 20′ il destro di Floro Flores è solo un semplice risveglio per la tifoseria che incrocia le dita nelle due successive occasioni da gol, entrambe su calcio di punizione, che si spengono inutilmente come i fari del San Nicola. Il Bari regala un punto prezioso al Perugia che continua il cammino in zona play off. Viva lo sport.

Rispondi