260 Visualizzazioni

L’ORCO TRAVESTITO DA ZIO VIOLENTA UNA 14ENNE

Con l’ordine di carcerazione, emesso dal gip di Lecce Cinzia Vergine su proposta del pm Stefania Mininni, i Carabinieri hanno arrestato rinchiudendolo ai domiciliari  il 50enne “amico di famiglia”. Tutto avviene a Veglie dove l’orco aveva carpito la buona fede dei genitori della ragazzina di 14 anni. Insomma, l’amico di turno, visto come uno zio aggiunto, che si sostituiva ai genitori per accompagnarla a scuola ed apparire un buon educatore. Invece, le sue intenzioni erano ben altre. Coccole, abbracci e regali servivano per accattivare l’ingenua ragazza e approfittare di lei. Dalle indagini dei Carabinieri, il sospetto che l’uomo ha usato simili atteggiamenti anche su altre ragazze motivo per cui l’invito a sporgere denuncia alle eventuali vittime. Insomma, una brutta storia durata mesi finalmente interrotta dagli organi di giustizia.

 

Rispondi