211 Visualizzazioni

Oggi l’assessora Romano a pranzo con i bambini della Montello

OGGI L’ASSESSORA ROMANO A PRANZO CON I BAMBINI DELLA SCUOLA MONTELLO: “PRONTA LA GARA PER IL NUOVO SERVIZIO DI MENSA CON PRODOTTI BIO E A KM 0”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questa mattina l’assessore alle Politiche educative e giovanili Paola Romano ha pranzato insieme agli alunni della scuola Montello per condividere un momento conviviale e verificare di persona, come accade periodicamente, l’andamento del servizio e la il gradimento delle bambine e dei bambini.

“Oggi ho avuto modo, ancora una volta, di sentire dalla viva voce dei bambini cosa pensino dell’attuale servizio di refezione scolastica – dichiara Paola Romano – e, forse perché il menu era di loro gradimento (riso al sugo, pollo e finocchi), i feedback sono stati positivi. Pranzare con i bambini è sempre un bel momento, in cui si scherza, si gioca, ma si dicono anche tante cose importanti. Per questo è un’abitudine che voglio mantenere, quella di ascoltare di persona gli alunni e le insegnanti. Nei prossimi giorni andrà in pubblicazione la nuova gara per il servizio di refezione scolastica, il cui capitolato è ispirato alle esigenze educative, sociali, alla tutela della salute e dell’ambiente, alla promozione dello sviluppo sostenibile e alla difesa della biodiversità. Grande attenzione sarà riservata alle produzioni a km 0 e ai prodotti biologici, come pure alla riduzione dell’impatto ambientale e alla lotta agli sprechi, con la richiesta di utilizzo di piatti biodegradabili e la previsione, a norma di legge, della destinazione del cibo non somministrato ed integro ad organizzazioni senza fini di lucro che effettuano distribuzione gratuita del cibo alle persone in difficoltà. La gara sarà di durata triennale, con possibilità di proroga per altri due anni. Ai partecipanti sarà anche chiesto di predisporre un progetto informativo che riguardi l’opportunità di ridurre i consumi di carne, anche a fronte dell’impatto ambientale degli allevamenti di animali, la stagionalità degli alimenti e la loro provenienza territoriale, nonché la corretta gestione della raccolta differenziata dei rifiuti. Educare è una responsabilità che si declina in molte azioni congiunte, ed educare a mangiar bene significa educare alla salute e al senso civico, al rispetto dell’ambiente e a una maggiore consapevolezza delle conseguenze di alcune scelte. I bambini sono il nostro patrimonio più prezioso, e offrire loro strumenti corretti di informazione e di comprensione della realtà è il nostro compito di adulti e di amministratori. Nei prossimi giorni andrò in giro nelle mense delle scuole cittadine per condividere le novità della gara con i bambini, i genitori e i docenti”.

Rispondi