397 Visualizzazioni

Il Teatro Canzone di Gaber, prossimamente al Palazzo

“La fine degli anni Sessanta era un periodo straordinario, carico di tensione, di voglia, al di là degli avvenimenti politici e non [politici], che conosciamo, e fare televisione era diventato dequalificante. Mi nauseava un po’ una certa formula, mi stavano strette le sue limitazioni di censura, di linguaggio, di espressività, e allora mi dissi, d’accordo, ho fatto questo lavoro e ho avuto successo, ma ora a questo successo vorrei porre delle condizioni. Mi sembrò che l’attività teatrale riacquistasse un senso alla luce del mio rifiuto di un certo narcisismo”.
Con queste parole Giorgio Gaber descrive un momento fondamentale della sua carriera artistica. È il momento della svolta, una svolta voluta e cercata nonostante l’enorme successo televisivo di quegli anni. Sono i primi anni ’70 ed è il momento della nascita del Teatro Canzone.
Grazie al sodalizio professionale con Luporini nasce un genere espressivo nuovo: un’alternanza di canzoni e monologhi, di parti cantate e recitate. Un teatro d’evocazione dove l’attore senza l’ausilio di oggetti o altre persone in scena, riesce a far vivere allo spettatore, situazioni, personaggi e storie come se accadessero in quel preciso momento. Il Teatro Canzone ha un’altra caratteristica che lo rende unico: si ispira e si interroga sulle condizioni del mondo contemporaneo generando nello spettatore sentimenti come: riflessione, scuotimento emotivo, commozione, riflessione, rabbia, invettiva e l’immancabile ironia.

“Gaber se fosse Gaber” – in programma sabato 8 aprile alle 21.00 al Teatro Palazzo – è tutto questo. Andrea Scanzi, autore e interprete di questo incontro spettacolo, partendo da un palco spoglio e da una semplice sedia, ripercorre quei momenti alternando video inediti di Gaber e suoi monologhi, mettendo in scena uno spettacolo in cui il protagonista non è Gaber, ma lo sono i suoi pensieri e i suoi interrogativi sul mondo contemporaneo.

E’ possibile acquistare i biglietti presso il botteghino del Teatro Palazzo in corso Sonnino 142/d, aperto dal martedi al sabato dalle 17 alle 21. Oppure presso i punti vendita bookingshow, ma anche online, qui: http://bit.ly/ScanziGaberBari.
Maggiori informazioni sullo spettacolo a questo link: Andrea Scanzi | “Gaber se fosse Gaber”.

Rispondi