227 Visualizzazioni

Saxaccordion, il simbolo del jazz di scena a Taranto

Il sax tra i simboli del jazz, la fisarmonica personificazione stessa del tango. Nel duo Saxaccordion, formato da Fulvio Palese e Alessandro Gazza, di scena martedì 11 aprile (ore 21) nel Salone della Provincia di Taranto per la 73a Stagione concertistica degli Amici della Musica  «Arcangelo Speranza» (biglietti euro 15/10, info 099.730.39.72). i due strumenti s’incontrano magicamente, compiendo una sintesi perfetta attraverso un programma che esplora geografie musicali molto vicine tra loro.

Il risultato del progetto, nato dall’incontro fra artisti animati dalla stessa sensibilità e da differenti modalità esecutive ed interpretative, è un intenso mélange fatto di fraseggi, tecnica e arrangiamenti, grazie al quale Saxaccordion affronta, di volta in volta, standard jazz, nuovo tango e composizioni originali. Non può, infatti, mancare Astor Piazzolla, il padre del moderno «pensiero triste che si balla» («Violentango»), così come per il duo sarà impossibile non toccare l’universo del sardonico Sonny Rollins, un mostro sacro della musica afro-americana («Valse Hot» e «Pent-up House»). Il programma che i due musicisti presentano, proponendo anche brani di propria composizione («Mar», «Frank» e «Sentimental» di Gazza, «Ttatthellu» e «Smooth idea» di Palese), annovera anche un paio di pezzi del sassofonista argentino (di origini pugliesi) Javier Girotto («Agustino», «La rural» e «Morronga la milonga»), oltre a un classico del pianista Chick Corea, l’energico «Armando’s Rhumba», sintesi di jazz, ritmi e sonorità latino-americane.

Attraverso il dialogo e la sintonia di due strumenti dalle grandi possibilità espressive come il sax e la fisarmonica, i due musicisti realizzano il loro originale linguaggio musicale, con un’esecuzione fresca e godibile e al tempo stesso completa di elementi tecnici ed espressivi di grande valore. Il duo, che si è esibito anche al Petruzzelli di Bari, è stato ospite di diversi teatri e rassegne, riscontrando sempre i favori e il consenso di pubblico e critica.

Musicista poliedrico, il sassofonista Fulvio Palese svolge un’intensa attività orchestrale in veste di solista con numerose orchestre, ed oltre a importanti collaborazioni cinematografiche e teatrali come compositore ed esecutore per Cristina Comencini, Giovanni Veronesi, Michele Placido, Nanni Moretti e molti altri registi, ha all’attivo diversi cd sia in qualità di sideman che a proprio nome. Dal canto suo, Alessandro Gazza ha numerose collaborazioni alle spalle e, tra gli impegni di maggior rilievo, va ricordata la partecipazione alla registrazione negli studi Rai di Milano del progetto «Mise en Abime», una produzione teatrale Franco Parenti con musiche dell’iraniano Yuval Avital dirette da Sandro Gorli e Dario Garegnani.

Rispondi