156 Visualizzazioni

“Ecosistema Scuola 2018”. Bari tra le prime cinque città d’Italia per interventi sulle scuole

É stato presentato questa mattina a Napoli il rapporto “Ecosistema Scuola 2018”, promosso da Legambiente insieme con Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, che vede il Comune di Bari tra le prime cinque città in Italia per la spesa dedicata alla manutenzione straordinaria e ordinaria delle scuole cittadine.

La cifra media che il Comune di Bari investe per ciascuna scuola è pari a 31.885 euro per la la manutenzione straordinaria e di 15.524 euro per quella ordinaria. Cifre di gran lunga superiori alla media nazionale, che vede i Comuni spendere 24.000 euro circa, e alla media delle altre città del sud, che si fermano a 8.000 euro a scuola.

 “Abbiamo scelto di concentrare la massima attenzione nei confronti delle scuole, mettendo in piedi un vero e proprio metodo di lavoro che prevede una fase di monitoraggio dei problemi, la programmazione degli interventi, la ricerca delle risorse e, infine, i lavori – spiega l’assessora alle Politiche educative Paola Romano -. E sono felice che questa indagine rilevi lo sforzo compiuto. Questo per noi, però, non è un traguardo, perché l’analisi di Ecosistema scuola ci indica la necessità di migliorare sul fronte dei servizi, specie riguardo la mensa scolastica: su questo punto i cambiamenti attuati con il nuovo servizio ci indirizzano proprio verso i nuovi standard nazionali: dall’uso del biologico e dei prodotti a chilometro zero sino all’introduzione di posate e  piatti biodegradabili, fino all’eliminazione completa della plastica. Contiamo quindi di continuare con gli investimenti sull’edilizia e di migliorare sulla qualità dei servizi in modo da portare la qualità delle scuole baresi sui livelli standard delle altre città italiane”.

 “In questi anni abbiamo scelto di intervenire sulle scuole perché vogliamo investire sui luoghi in cui i nostri figli crescono – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -. Dopo i massicci investimenti sullo spazio pubblico, le risorse destinate alla manutenzione degli edifici scolastici rappresentano una delle voci più consistenti del nostro bilancio. In questi anni siamo intervenuti sulle piccole esigenze che migliorano la vita quotidiana degli studenti, nuovi infissi, nuova pitturazione, nuovi bagni, senza rinunciare alla programmazione dei nuovi spazi quali palestre, aule, locali per la mensa e per le attività in comune. Abbiamo avviato accordi quadro che ci permettono di intervenire direttamente sulla manutenzione e pianifichiamo con i dirigenti le tempistiche di intervento in modo da intralciare il meno possibile l’attività didattica. Non da ultimo è importante ricordare che anche gli interventi di manutenzione sulle scuole significano appalti, imprese e maestranze al lavoro con la possibilità di generare un circuito economico virtuoso nel tessuto produttivo della città e dell’area metropolitana barese”.

A conferma della scelta dell’amministrazione comunale di continuare ad investire sull’edilizia scolastica, si riporta l’elenco degli interventi previsti nel Piano triennale delle opere pubbliche per il 2018:

  • adeguamento sismico scuole (redazioni schede di primo livello) per € 890.000 (aggiudicato, prossimo contratto ed inizio lavori)
  • scuola Villaggio del Lavoratore per € 3.600.000
  • scuola DUSE a San Girolamo per € 3.000.000
  • scuola Don Bosco, lavori di efficientemente per € 700.000
  • scuola San Francesco d’Assisi, nuovi uffici per € 150.000
  • scuola Cirelli al San Paolo, costruzione nuova palestra per e € 770.000 (aggiudicata, prossimo contratto ed inizio lavori)
  • scuola Rodari, lavori per efficientamento energetico per € 700.000
  • scuola Galilei, nuova Palestra per € 1.300.000
  • scuola San Nicola, manutenzioni edili ed impianti per € 400.000
  • scuola Amedeo d’Aosta, rifacimento bagni per € 170.000
  • scuola Rita Levi di Montalcini a Torre a Mare, nuova palestra per € 600.000 (aggiudicata, prossimo contratto ed inizio lavori)
  • scuola Tommaso Fiore, lavori di messa in sicurezza per € 320.000
  • adeguamenti antincendio scuole per € 300.000 (aggiudicato, prossimo contratto ed inizio lavori)
  • eliminazione barriere architettoniche scuole per € 200.000
  • AQ manutenzioni scuole suddivise per Municipi, per complessivi € 3.000.000 (aggiudicato, prossimo contratto ed inizio lavori)
  • scuola Marco Polo a Palese efficientamento energetico per € 265.000
  • scuola Regina Margherita per € 1.500.000

 

Rispondi