36 Visualizzazioni

GP Brasile: Hamilton e Vettel in prima fila

Qualifiche umide sulla pista di Interlagos che sarà teatro del Gran Premio del Brasile di Formula 1, penultima prova del mondiale 2018. Partiranno dalla prima fila Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, separati da una manciata di millesimi. 

Pole numero 100 per la Mercedes, considerando anche l’epoca Fangio. A seguire, le “seconde guide” finlandesi Bottas e Raikkonen. Buona prestazione delle Alfa Romeo Sauber che a fine stagione hanno raggiunto un livello di competitività davvero notevole – anche grazie ai tecnici di provenienza Ferrari – con Leclerc che è riuscito ad qualificarsi per la Q3 nonostante la pista fosse bagnata e il suo ingegnere gli avesse suggerito di rientrare ai box quando era ormai eliminato: grande prova di carattere e determinazione per il giovane monegasco.

Da segnalare due episodi controversi. Il primo riguarda Hamilton che per due volte non ha concesso strada, a Raikkonen prima e a Sirotkin poi, costringendo il russo ad un pericoloso scarto sulla sinistra per evitare l’impatto. Nessuna sanzione per Lewis, decisione che lascia come minimo sconcertati visto che, per un’infrazione meno evidente, Vettel si vide comminare una penalizzazione di tre posizioni in griglia. Due pesi, due misure per la FIA.

Il secondo episodio riguarda proprio Vettel, richiamato dai commissari per le verifiche durante la Q2 proprio nel momento in cui la pioggia inizia a cadere e il pilota tedesco ha premura di cambiare le gomme (per passare dalle supersoft alle soft) e tentare un altro giro prima di trovare pista bagnata. Un contrattempo non gradito da Seb, che arriva leggermente lungo abbattendo un birillo e poi sollecita i commissari ad eseguire le operazioni – di peso in particolare – nel minor tempo possibile. Un commissario appare irridente nella circostanza, Vettel con ampi gesti protesta per la lentezza. Raggiunge il suo box poco dopo, ma giunge il comunicato della FIA che lamenta il danneggiamento di apparecchiature di misura in seguito al brusco scatto del pilota Ferrari. Un’ombra che verrà chiarita dopo le qualifiche e che al momento vede la conferma dei tempi come da tabella.

Avendo ottenuto il miglior tempo in Q2 con gomme soft (gialle), entrambe le Ferrari saranno le uniche a partire con questo tipo di gomma domani pomeriggio, mentre gli altri top team partiranno con le supersoft (rosse) e dovranno anticipare il pit stop. L’azzardo del muretto Ferrari – per fortuna andato a buon fine – potrebbe essere la chiave vincente della corsa, consentendo di allungare la prima frazione di gara mentre gli altri dovranno fermarsi. Tattiche diverse che probabilmente serviranno a rendere la gara spettacolare.

Dichiarazioni di Vettel a fine qualifiche:  “Stava andando tutto abbastanza bene. Al primo intermedio ero leggermente in vantaggio, ma alla curva 8 ho perso un po’ di velocità e ho perso qualche centesimo. Al di là di tutto, sono piuttosto contento, la macchina mi ha trasmesso delle ottime sensazioni in qualifica e in gara saremo competitivi”.

Rispondi