82 Visualizzazioni

Cisternino Music Fest 2018: ecco come destagionalizzare il turismo

Le emozioni nel borgo di Cisternino non sono mancate questo week-end. Ancora una volta Cisternino conferma la sua ospitalità, per l’organizzazione e la riuscita, di eventi di successo. L’Associazione Smile, che vede la direzione del giovane intraprendente Manuel Manfuso, con il patrocinio del Comune, ha sviluppato un week end dedicato principalmente alla musica. Cinquanta i musicisti in programmazione, unici ed originali nel loro genere, selezionati da Manfuso, con cura ed attenzione.
Purtroppo il maltempo ha costretto gli organizzatori ad annullare gli spettacoli previsti per domenica 25, che avrebbero visto protagonisti: il Duo Handpan & Oriental Percussion, la Sudor’ chestrà, ensamble che raccoglie diversi artisti del territorio pugliese, i Mustacchi bros con il jazz lo swing e il dixilend, il trio composto da Bruno Galeone, Michele Santoro e Laura Donatone e la street band  QuattroPerQuattro.  Era questo il programma previsto per domenica, che avrebbe ancora una volta attirato innumerevoli turisti.
Ma nulla è andato perduto, perché Venerdì 23 e Sabato 24, il borgo di Cisternino pullulava di gente, musica e non solo. In Piazza Marconi, lo street food emanava profumi tipici della nostra tradizione culinaria, in Piazza Garibaldi il Truck Food,  e lungo Corso Umberto le creazioni handmade di artigiani pugliesi.
Venerdì sera il borgo si animava tra le note di Roby Otel, i Choronotes, le Radici del Sud, Peter Fool, e la street band Assurd Batukada.
Sabato 24, Cisternino era in music, con tanti altri meravigliosi artisti. Stefano Binetti con la sega melodiosa, i Tarantrika, le Orecchiette Swing, i Papillon De Nuit e ad unire in unica festa, le diverse postazioni musicali, la Bandarisciò con la loro musica balcanica.
L’assessore, Mario Saponaro, anche a nome dell’amministrazione comunale, esprime piena soddisfazione per questa iniziativa. Saponaro spiega: “questo evento si inserisce bene, nel principio di destagionalizzazione. Ci auspichiamo che non resti soltanto una parola da mettere nei buoni propositi delle pubbliche amministrazioni, o nelle interviste che solitamente rilasciamo, ma un fatto concreto da realizzare. Grazie quindi, all’Associazione Smile e all’Amministrazione comunale di Cisternino, per aver messo a disposizione il suo bellissimo borgo. L’unione di queste due energie positive, non può far altro che partorire iniziative di spessore, ricordiamo l’evento borgo infuocato, ed ora il Cisternino Music Fest”.
È stato un week end intenso, dall’atmosfera calda e accogliente. Il Presidente dell’Associazione Smile, Manuel Manfuso, si dichiara soddisfatto dell’esperimento ben riuscito. D’altronde per Manuel, Corso Umberto, e il centro storico di Cisternino, sono un po’ come una seconda casa, ben consapevole quindi, come riuscire a mostrarne la bellezza.
Non si manca di ringraziare il comando dei Vigili urbani, i commercianti, che da sempre si impegnano per la riuscita degli eventi, gli Artisti che ripongono sempre grande fiducia nell’Associazione Smile, gli espositori, e i tantissimi visitatori senza i quali, ogni evento non avrebbe senso di esistere.

Rispondi