442 Visualizzazioni

LA SCIENZA A SCUOLA nelle scuole PUGLIESI

Dalle Onde gravitazionali verso le Olimpiadi del futuro:
LA SCIENZA A SCUOLA arriva in Puglia

La quarta edizione dell’iniziativa itinerante organizzata da Zanichelli fa tappa nelle scuole pugliesi. Dai terremoti alle ultime scoperte sull’Alzheimer: oltre 60  incontri di importanti ricercatori e scienziati con insegnanti e studenti delle scuole superiori.  Per capire come la scienza cambia il mondo.

C’è vita nel cosmo? Che cosa ci raccontano le Onde gravitazionali? Si può curare l’Alzheimer? Quali sono i pro e i contro delle biotecnologie?
Sono alcuni degli argomenti di stretta attualità scientifica dei quali si parlerà negli oltre 60 incontri “La Scienza a scuola 2018”, realizzati da Zanichelli in collaborazione con la rivista “Le Scienze” negli istituti scolastici superiori pugliesi. Un tour didattico – dal 22 ottobre al 19 dicembre – in cui ricercatori, docenti, divulgatori e personalità del mondo scientifico incontreranno i ragazzi delle scuole delle province di Bari, Taranto, Barletta-Andria-Trani, per spiegare le ultime novità della Scienza.
Gli incontri sono  riservati agli studenti e ai docenti delle singole scuole.

Si comincia il 22 ottobre a Bari con l’esperto di tecnologie applicate allo sport, Nunzio Lanotte. Teorizzerà come e con quali strumenti tecnologici gli atleti si alleneranno per diventare i futuri Cristiano Ronaldo, Usain Bolt, Federica Pellegrini e vincere trofei, nell’incontro “Le Olimpiadi del 2036: la scienza e la tecnologia trasformano lo sport” al Liceo scientifico Arcangelo Sacchi di Bari e al Polo liceale ‘Fiore’ di Terlizzi.
Mentre a Barletta (Liceo Scientifico Carlo Cafiero) e Andria (Liceo classico Carlo Troya) il matematico dell’Università La Sapienza di Roma, Andrea Sambusetti, racconterà i mondo dei numeri in: “Oltre la terza dimensione: un viaggio matematico tra iperpoliedri, geometrie impossibili e computer graphics”.

Seguirà un calendario di incontri in cui si alterneranno vari studiosi: a illustrare le Onde gravitazionali, il fenomeno la cui scoperta ha ricevuto il Premio Nobel 2017, sarà Giovanni Amelino-Camelia, uno dei fisici italiani più autorevoli al mondo, inserito nel 2008 nella rosa dei sei possibili eredi di Albert Einstein per la rivista Discover Magazine. Le novità sul morbo di Alzheimer verranno illustrate dal neurofisiologo Marcello D’Amelio, del Campus Biomedico di Roma. E molti altri ancora.

Da oltre 150 anni impegnata nella didattica scolastica e nella divulgazione scientifica, la casa editrice Zanichelli con questa iniziativa intende offrire agli studenti l’occasione di acquisire conoscenze su argomenti affascinanti e di stretta attualità scientifica direttamente dagli “addetti ai lavori”.
La Scienza a scuola vuole “raccontare le storie di chi lavora alle frontiere della ricerca – spiega Giuseppe Ferrari, direttore editoriale di Zanichelli – Sono storie che comunicano la passione per la scienza e danno idee su che cosa sappiamo e su che cosa stiamo per scoprire in fisica, matematica, chimica, biologia e medicina. Per gli studenti sono idee per imparare e suggerimenti per scegliere l’università. Per i professori sono idee per insegnare, che collegano ciò che si studia a scuola con quello che si scopre nelle università e nei centri di ricerca”.        

Rispondi