364 Visualizzazioni

Come cambia il mondo del lavoro con l’intelligenza artificiale?

 

In occasione del Festival “Economia Come. L’impresa di crescere”, promosso da Invitalia, i protagonisti del progetto “Ambizione Italia” si sono interrogati su come l’intelligenza artificiale sta cambiando il mondo del lavoro, partendo da una recente ricerca di Ernest & Young.

Al dibattito, avvenuto in una sala piena, sono intervenuti Ernesto Somma, Responsabile Incentivi e Innovazione dell’Agenzia, Barbara Cominelli, Marketing & Operations Director Microsoft Italia, Alessandro Gallo, Public & Public Sector Account Manager LinkedIn, Giuseppe Tomei, Investor LVenture Group, e Mirta Michilli, Direttore Generale della Fondazione Mondo Digitale.

Oggi dobbiamo sempre di più analizzare e comprendere quanto e come l’intelligenza artificiale impatterà sul tessuto professionale del nostro Paese” – ha dichiarato Ernesto Somma – “Negli ultimi decenni si sono create nuove professioni che hanno radicalmente trasformato le competenze richieste ai giovani professionisti da parte delle aziende”.

Il vero valore aggiunto dell’intelligenza artificiale è aumentare le capacità dell’essere” ha affermato Barbara Cominelli – “È necessario far sì che si metta assieme capacità umane e intelligenza artificiale, perché sia al servizio dell’intelligenza umana. Microsoft ha una visione molto positiva dell’intelligenza artificiale, che è oggi democratizzata, ovvero rende disponibili strumenti a chiunque voglia utilizzarli, dalle startup alle grandi aziende”.

Per molte aziende, il valore del dato è inestimabile, soprattutto nella fase di ricerca dei talenti. Oggi alle aziende mancano competenze tecnologiche, che i giovani devono essere in grado di acquisire così da appiattire il divario tra skills richieste e quelle possedute.

Le aziende basano la maggior parte delle loro ricerche su LinkedIn, si stima che 9 aziende su 10 usino LinkedIn per le loro ricerche” – ha dichiarato Alessandro Gallo di LinkedIn – “Il dato supporta le aziende nel rendere più oggettive possibili le informazioni circa i candidati”.

Le sfide che l’intelligenza artificiale e l’innovazione tecnologica devono affrontare sono anche le grandi emergenze sociali. La scuola è uno dei cardini da cui far partire la rivoluzione del digitale, per fornire alle aziende professionisti che abbiano non solo conoscenze codificate ma anche competenze come empatia, creatività, capacità di comunicazione, attenzione alla diversità.

Ambizione Italia 
“Ambizione Italia” è un progetto di ecosistema per accelerare la trasformazione digitale in Italia, facendo leva sulle opportunità offerte dall’Intelligenza Artificiale e sulla formazione avanzata. Il suo obiettivo è coinvolgere oltre 2 milioni di giovani, studenti, NEET e professionisti in tutta Italia entro il 2020, formando oltre 500.000 persone e certificando 50.000 professionisti.

Rispondi